Francesco Novelli - Cortona Fine Arts

Vai ai contenuti

Menu principale:

Le opere > schede incisioni
FRANCESCO NOVELLI (?)
Venezia 1764 – 1836

DISCESA AL LIMBO

Bulino
mm. 271 x 283

L’autore riproduce fedelmente la tempera omonima di Andrea Mantegna (1).
La piccola tavola di Mantegna apparteneva al conte Giacomo Durazzo (1717-1794) e fu presso questo aristocratico che Novelli la vide a Venezia, prima che fosse trasferita a Genova, dal fratello del conte. Possiamo ipotizzare che Durazzo avesse incaricato Novelli di tradurre in incisione la piccola tavola. Grande estimatore dell’artista mantovano, il conte aveva già in precedenza incaricato un altro artista, Giovanni David, di riprodurre opere del Mantegna.
Il soggetto esercitò un magnetismo sul conte Giacomo per l’originalità compositiva: Cristo è ritratto di spalle nell’atto di chinarsi verso il peccatore.
In passato molte volte questa incisione fu attribuita erroneamente alla scuola di Mantegna.
Il foglio è in ottime condizioni di conservazione e con grandi margini (6/11 cm) su tutti i lati.
Presenta un lieve ingiallimento su tutta la superficie della carta.

(1) J. Martineau, Andrea Mantegna, Milano 1992, pp. 268-270, scheda n. 70

Bibl.:

L. Leoncini, Da Tintoretto a Rubens, capolavori della Collezione Durazzo, Milano 2004, p.379, n.109
 

Torna ai contenuti | Torna al menu