squisiti fogli - Cortona Fine Arts

Vai ai contenuti

Menu principale:

Pubblicazioni > schede recensioni
Squisiti "fogli" per collezionisti -amatori di disegni antichi

Enrico Cortona, uno dei più seri e affermati antiquari raccoglitori di disegni antichi di Milano, apre, in previsione delle feste natalizie, una mostra assai interessante e notevole anche sotto il profilo scientifico. Sono fogli raccolti amorosamente, durante lunghe ricerche; circa una quarantina di disegni, che spaziano dal primo Cinquecento alla fine dell'Ottocento, con presenze assai importanti, come una bella "Santa Caterina' del milanese cinquecentesco Aurelio Luini, due 'Figure allegoriche" del coevo bolognese Orario Samacchini, un importante 'San Giovanni in Patmos" di Carlo Francesco Nuvolone, un artista del Seicento lombardo sempre più rivalutato.
Spicca ancora, tra Cinque e Seicento, una patetica, complessa, si potrebbe dire neogrünewaldiana 'Deposizione di Cristo dalla croce" di Ferraü Fenzoni, artista principe della 'maniera" emiliano-romana, qui a un apice espressivo di grande suggestione.
Il Settecento è documentato da fogli di Placido Costanzi, dl Sigismondo Caula, maestro di Francesco Monti, del caposcuola napoletano Francesco Solimena e del solimenesco Jacopo Cestaro, di un importante studio di Sebastiano Conca, preparatorio per un dipinto nella chiesa di San Paolo di Macerata. E ancora opere del Baciccio, di Aureliano Milani, del Gandolfi, del Tavella. Tra i veneti spiccano Domenico Tiepolo, con un elegante 'Levriero", e soprattutto un affascinante 'Studio per soffitto" di Giuseppe Bernardino Bison, cosi guardesco da rasentare la "forgery". Immancabile e assai divertente la gouache di Giacomo Guardi, con la "Veduta di San Secondo",
La mostra si conclude con un ragguardevole numero di fogli dell'Ottocento, da un disegno di un anonimo maestro nazareno ad una "Testa in profilo" di Fortunato Duranti, a un "Ritratto di cacciatore" di Ippolito Caffi.
È una selezione assai gradevole, con pezzi assai importanti di sicura attribuzione sotto il profilo e collezio-talvolta nistico, che vale la pena di visitare con attenzione.

Ugo Ruggeri

Antiquariato, N.120, Novembre 1990

 

Torna ai contenuti | Torna al menu