A cura di Luca Giunta Baroni

Il disegno, ben noto alla critica, proviene da un gruppo riconoscibile per la presenza, sull’angolo superiore sinistro, di un’antica numerazione a penna.

I fogli, in origine montati a coppie in un album, formavano un insieme coerente per tecnica e tipologia, possibilmente assemblato dallo stesso Tanzio o da un precoce collezionista per motivi di studio o conservazione (fig. 1)1.

Antonio d’Enrico, Studio di drappeggio. In origine montato accanto allo studio di pastore.
Fig. 1. Antonio d’Enrico, Studio di drappeggio. In origine montato accanto allo studio di pastore.

Nel 1966, Giovanni Testori ha suggerito di identificare quest’ultimo con il pittore varallese Bartolomeo Carlo Borsetti (1689 –1759), che l’avrebbe a sua volta ricevuto dagli eredi di Tanzio.

Altri fogli provenienti dalla stessa serie fecero parte delle prestigiose raccolte degli storici, mercanti e collezionisti milanesi Giuseppe Vallardi (1784-1863), Giovanni Morelli (1816–1891) e Francesco Dubini (1848–1932), che ne rivendette alcuni a Ulrico Hoepli2. La parte più consistente del gruppo fu dispersa sul mercato antiquario svizzero a metà Novecento, entrando in numerose collezioni internazionali3.

Il nostro foglio, proveniente in origine da un supporto più ampio e probabilmente eseguito dal vero, indaga il panneggio e la posizione delle mani di una figura identificabile con quella di un pastore o di un santo vescovo.

Filippo Maria Ferro e Edoardo Testori hanno suggerito una datazione tarda, istituendo una connessione con la figura in controparte del pastore sulla sinistra nell’Annuncio ai pastori affrescato da Tanzio nel 1632 sulla volta della chiesa di Santa Maria della Pace a Milano4.

1 The drawing here discussed was originally mounted together with a Drapery study sold in New York, Sotheby’s, 30.01.2019, lot 4 (see fig. 1).

2 Ferro 2009, pp. 141-152; Bareggi 2013, pp. 32-41.

3 Matile 2013, p. 32.

4 A group of sketches for this fresco, similar to the one discussed here for technique and style, is illustrated and dis-cussed in Milano 2000, pp. 184-88, nos 54-61.

F. Ferro, Testori a Novara, Milan 2009, pp. 145, 148, p. 149, note 3, reproduced p. 146.

S. Bareggi and F. Ferro, 'Antologia di Artisti, Alcuni disegni inediti di Tanzio da Varallo', Paragone, no. 112 (765), November 2013, pp. 32-41, reproduced pl. 23.

Michael Matile, Zwiegespräch mit Zeichnungen: Werke des 15. bis 18. Jahrhunderts aus der Sammlung Robert Landolt, Imhof, Petersberg 2013.

Zurich, Gotthard Schuh (1897-1969); Zurich, Schuler Auktionen 12.12.2008, lot 4444 (lot made of two drawings); New York, Sotheby’s, 30.01.2019, lot 2.

Opere Correlate